A.D.I.S.U. Ateneo Federico II Azienda pubblica per il diritto allo studio universitario

Cose'è A.D.I.S.U. ?


La Regione garantisce il Diritto allo Studio nell'ambito universitario inteso a rimuovere, in attuazione dell'art. 3 e 34 della Costituzione, gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono agli studenti capaci e meritevoli l'accesso e la frequenza ai corsi universitari e post-universitari, consentendo così il raggiungimento dei più alti gradi di istruzione, di cultura e di preparazione professionale.

Nel sito di adisu (http://www.adisufederico2.it/) alla voce sportello online puoi scaricare il bando di partecipazione (bisogna aspettare ora quello 2010/2011)

Qui puoi scaricare il bando precedente per capire come funziona: Bando 2009/2010


Cosa c'è da capire di fondamentale?

Per ottenere la borsa in base ai requisiti di reddito (art. 4):

In base al reddito stimato nel certificato ISEE si determinerà la fascia di reddito a cui appartenete, come lo si fa per le tasse universitarie.


Come si ottiene l' attestazione ISEE?

I Cittadini che vogliono ottenere l'attestazione del valore ISEE devono:

redigere una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), sulla base di un modulo facsimile reperibile presso i Comuni, i CAF convenzionati ovvero presso le sedi dell'INPS, contenente informazioni sul proprio nucleo familiare, sui redditi e sul patrimonio di tale nucleo;
presentare tale Dichiarazione ai Comuni, ai Centri di Assistenza Fiscale (CAF), oppure alle Sedi ed Agenzie INPS presenti sul territorio.
Una volta presentata la dichiarazione, il Cittadino riceverà, da parte dei soggetti che hanno ricevuto la Dichiarazione Sostitutiva (quindi Comuni, CAF e INPS) un'attestazione provvisoria, contenente le informazioni della Dichiarazione Sostitutiva, gli elementi necessari per il calcolo dell'ISEE, nonché l'indicazione del valore ISEE. Tale attestazione è il documento ISEE necessario per il riconoscimento del Bonus.

Qual'è la soglia massima per accedere alla borsa di reddito:

Per l’accesso ai benefici di cui al presente bando, l’Indicatore della situazione economica
equivalente del nucleo familiare (ISEE), sommato con l’indicatore della situazione economica
all’estero, non potrà superare il limite di €€ 14.500,00 (quattordicimilacinquecento/00).
(finisci di leggere l'art. 4 del bando)

Esiti graduatoria:

Quando vi siete iscritti e non siete stati esclusi per errori di compilazione dei moduli o per il reddito isee troppo alto, nella sezione del sito sportello online, potrai vedere gli esiti della graduatoria, ma affinchè esse non saranno assestate non saranno ancora quelle definitive.

Fruizioni delle borse di studio (art. 10):

Assegnatari borse di studio:

Per gli assegnatari delle borse (o anche vincitori), coloro cioè la cui posizione in
graduatoria rientra all’interno del numero di borse di studio ripartite sulla base dei fondi a disposizione (art. 8.9), si prevede:
a) l’assegnazione di una somma in denaro nei limiti indicati al precedente art. 5;
b) l’assegnazione di un posto-alloggio a prezzo politico (vedi art. 10.3) nelle residenze universitarie, se disponibile;
c) l’accesso al servizio ristorazione (vedi art. 10.4);
d) l’assegnazione di un contributo per mobilità internazionale, se richiesto (vedi art. 10.5);
e) il rimborso da parte dell’Università delle tasse universitarie e dei contributi eventualmente
versati, ai sensi dell’art. 5, comma 20 legge n. 537 del 24/12/1993 (vedi art. 13);
f) il rimborso da parte dell’Azienda della tassa regionale di €€ 62,00 (sessantadue/00) introdotta dalla legge n. 549 del 28/12/1995 (tale operazione contabile viene effettuata d’ufficio secondo i criteri stabiliti al successivo art. 13).
I benefici di cui ai precedenti punti a), b) e d) saranno attribuiti secondo l’ordine decrescente
di posizione in graduatoria.

Vincitori (idonei) ma non assegnatari della borsa di studio:

Per i candidati che risulteranno idonei, ma non assegnatari della borsa per mancanza di fondi, è previsto:
a) il rimborso da parte dell’Università delle tasse universitarie e dei contributi eventualmente versati, ai sensi dell’art. 5, comma 20 legge n. 537 del 24/12/1993 cit.;
b) il rimborso da parte dell’Azienda della tassa regionale di €€ 62,00 (sessantadue/00) introdotta dalla legge n. 549 del 28/12/1995 (tale operazione contabile viene effettuata d’ufficio secondo i
criteri stabiliti al successivo art. 13);
c) l’ammissione al servizio alloggio, nei limiti delle disponibilità (vedi art. 10.3);
d) l’accesso al servizio ristorazione (vedi art. 10.4).

Servizio alloggio:

Il candidato assegnatario di borsa di studio, se “fuori sede” (art. 6.3), può fruire di postoalloggio, nei limiti della disponibilità, ai seguenti costi e condizioni: (vedi art. 10.3)

Come si accede alla mensa con la carta ristorazione?

Gli studenti assegnatari e idonei non assegnatari di borse di studio possono godere, nei limiti delle norme del presente bando e successivamente alla pubblicazione della graduatoria definitiva, del servizio ristorazione che viene garantito a mezzo di esercizi pubblici convenzionati.
Per gli studenti del primo anno idonei ma non assegnatari, in sede, fuori sede o pendolari che siano, il servizio ristorazione è fruibile alla tariffa minima, pari a €€ 2,00 per un pasto tradizionale completo e a €€ 1,50 per un pasto alternativo (fast-food, cestino o similari).
Per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo idonei ma non assegnatari, in sede, fuori sede o pendolari che siano, il servizio è del tutto gratuito.
Per tutti gli studenti assegnatari di borsa di studio, sia che siano iscritti al primo anno sia che siano iscritti ad anni successivi al primo, il servizio è gratuito se studenti “in sede” ed è a pagamento, alla tariffa minima sopra indicata, se “pendolari” o “fuori sede”.
I candidati sono tenuti a corrispondere la tariffa massima - pari a €€ 3,00 per un pasto tradizionale completo e a €€ 2,50 per un pasto alternativo (fast-food, cestino o similari), fino alla pubblicazione della graduatoria definitiva.
Gli studenti che saranno collocati nelle graduatorie definitive degli anni successivi al primo in una delle condizioni di “Idoneità condizionata” (art. 8.1), corrisponderanno la tariffa massima per il servizio ristorazione fino al momento della rimozione della suddetta condizione. La differenza tra quanto corrisposto fino a tale data e quanto dovuto a seguito della rimozione, sarà rimborsata al momento dell’operazione di rimborso della tassa regionale (art. 13).

Per ulteriori chiarimenti: university-questions@live.it

Economia Federico II Napoli

  • : university-questions
  • university-questions
  • : blog libri economia facebook storia Libri
  • : In questo blog troveremo tutte quelle informazioni generali che fanno parte del mondo universitario, dove poter scambiare informazioni in modo libero. Lasciate un commento ogni volta che visitate questo sito affinchè io ne possa migliorare il servizio.
  • Segnala questo blog
  • Torna alla home
  • : 8/05/2009

Guadagnare con 5 Min. al Giorno!

beruby.com - Guadagna acquistando online

Ricerche: Tutto sull'economia

Music Channel

Calendario

December 2014
M T W T F S S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
<< < > >>

Syndication

  • Feed RSS degli articoli
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati